Posada Il MaB UNESCO e il Parco Tepilora - Baronia Fotomania

Zona operativa principale: l'alta Baronia

Siniscola, Posada, Budoni

Contatti

baroniafotomania@gmail.com

+39 389 00 40 795

Vai ai contenuti

Menu principale:

Posada Il MaB UNESCO e il Parco Tepilora

MOSTRE
Sguardi su Posada
Baronia Fotomania, in collaborazione con il Comune di Posada, presenta la Mostra fotografica “Sguardi su Posada” sul tema:
in occasione di Primavera in Baronia a Posada il 21 e 22 Maggio.

Il viaggio di un visitatore all'interno del Parco di Tepilora, alla scoperta di Posada e del suo centro storico.
Posada continua a raccontare la sua storia non solo nei libri e nei ricordi delle persone, ma anche col suo territorio. Infatti le sue peculiarità sono rimaste intatte sin da tempi immemori. La costa col suo grande delta del fiume è continuamente modellata dalle acque: da ovest modellata dal un Rio Posada che con le piogge dell'entroterra, nel territorio di Bitti, ne riconfigura le foci; ad est, la forza impetuosa del mar Tirreno, ancora una volta plasma l'estesa lingua di sabbia che si estende da "Orvile" sino a "San Giovanni a mare". La piana fluviale è ricca di orti, agrumeti e pascoli, di cui i frutti caratterizzano molti dei piatti tipici dell'Alta Baronia. Infine il centro storico, grazie alla sua conformazione logistica non ha mutato i volumi del costruito, e spesso si vedono ancora case del secolo passato in stile giudicale e catalano.
Baronia Fotomania ha immaginato il percorso di un viandante che visita il territorio scendendo dalla diga "Maccheronis" lungo il fiume, i suoi vari guadi e le attività lungo il fiume, sino a incontrare la piana coltivata e la costa con le sue foci, per poi risalire sino alla Torre della Fava ed ammirare il vasto panorama.
Con la superivisione del nostro socio Maria Rosa (Marosa) Sanna,
il Direttivo BFM allestirà la mostra in via Mannu (centro storico)
Sabato 21 maggio dalle ore 15:00 alle ore 23:00
Domenica dalle ore 10:00 alle ore 23:00
-
e una proiezione fotografica durante la "tavola rotonda MAB Riserve della Biosfera UNESCO"
Sabato alle ore 17:00 alla "Casa delle Dame"
“Sguardi su Posada”, ecco com’è andata!

La mostra fotografica si è tenuta il 21 e 22 Maggio a Posada nel centro storico, direttamente esposta all’aperto in Via Mannu (subito dopo la Casa delle Dame). E’ stato un fine settimana di sole e soprattutto di cultura e tradizioni per tutto il Paese. Una leggera brezza di vento ha tentato di metterci i bastoni tra le ruote ma il direttivo sempre solido e compatto, con il contributo logistico del CEAS, è riuscito ad allestire il tutto entro le ore 15:00 del Sabato, come orario stabilito per l’apertura della mostra.
I riscontri sono stati subito positivi ed entusiasmanti, circa 200 firme ed altrettanti commenti positivi ricevuti da visitatori provenienti da tutta l’isola, alcuni dalla penisola ed oltre fino ad arrivare alla Francia, Germania e Belgio. Abbiamo avuto anche il piacere di aver ricevuto gli elogi da parte di figure di spicco sia nell’ambito politico che artistico e culturale.
Nella giornata di Sabato alle ore 17:00 abbiamo avuto l’onore di proiettare durante la Tavola Rotonda sul Turismo l’intera mostra in formato digitale, alla quale abbiamo consegnato anche la nostra lettera d’endorcement in appoggio alla candidatura al MAB del Parco di Tepilora e per la quale abbiamo potuto spendere due parole di ringraziamento per la possibilità concessaci in cui tutti i partecipanti sono rimasti compiaciuti dal nostro lavoro.
L’associazione Baronia Fotomania ringrazia il Comune di Posada ed il CEAS, il Sindaco di Posada Roberto Tola, l’Assessore Anna Elisa Costaggiu, Sebastiano Venneri vicepresidente nazionale di Legambiente, Marta Battaglia, direttrice di Legambiente, Giuseppe Ciccolini sindaco di Bitti, tutti i soci di Baronia Fotomania e tutti i visitatori che apprezzando i nostri lavori, rinnovano puntualmente la nostra costanza nell’impegnarci sempre di più.
Se qualcuno fosse interessato a qualche foto in particolare, può contattarci tramite la nostra email citando il numero della foto che identificherete all’interno del video.
Mostra fotografica dedicata al Mab, Parto Tepilora UNESCO
COME TROVARCI
WIKIMAPIA: DETTAGLI TERRITORIO
Primavera in Baronia

Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia Dal 16 aprile sino al 26 giugno 2016, venti paesi presentano le bellezze naturali e il patrimonio storico e artistico che raccontano la storia e la lunga tradizione del Marghine, dell’Ogliastra e della Baronia. Si rinnova anche quest’anno il consueto appuntamento primaverile che propone il viaggio tra i borghi e i tipici paesi nell’incantevole paesaggio tra il verde interno e la turchese costa. Un’esperienza di intense emozioni: la memoria e l’identità della Sardegna rivivono nei sapori e nell’incontro delle persone che con maestria custodiscono l’arte degli antichi mestieri ed i saperi di grande fascino che il visitatore può scoprire in Primavera. La Camera di Commercio di Nuoro e l’Aspen insieme alle Amministrazioni Comunali aderenti propongono un itinerario di grande fascino attraverso la cultura e le bellezze naturali della Sardegna.


a Posada

Immerso in una valle di origine alluvionale alle foci del Rio Posada, arroccato in cima ad una rupe calcarea ricoperta di euforbie e lentisco, sorge il borgo di Posada. Abitato fin dal neolitico, conserva ancora evidenti tracce risalenti al periodo nuragico, con diverse tombe dei giganti e nuraghi. Nel Medioevo venne costruito il Castello della Fava, simbolo di Posada.
Nel pittoresco centro storico si possono ammirare ancora oggi le bellezze architettoniche relative al periodo giudicale e catalano, come la chiesa di "Sant'Antonio de su fogu" (patrono del paese) e un'antica torre, un tempo adibita a prigione.
Affacciato sullo splendido litorale del golfo omonimo, il territorio di Posada si caratterizza per la presenza di un lungo susseguirsi di splendide spiagge immerse in una natura solitaria e selvaggia.
La peculiare conformazione geologica unita alla presenza di numerosi stagni che si insinuano fra i vari tronconi del fiume, hanno consentito la nascita del Parco di Tepilora, Sant'Anna e Rio Posada, oasi di protezione faunistica di circa 6'600 ettari, luogo ideale per itinerari estremamente suggestivi.


Quest'anno il programma prevede

  • Escursioni in kayak;
  • Mostre e workshop di eco-design e riciclo creativo;
  • Vari stand espositivi con dolci e piatti tipici;
  • Gruppi folk e mini-folk;
  • Pedalate naturalistiche;
  • Cacce al tesoro, per la riscoperta del territorio;
  • ...e, in evidenza, Sabato 21 Maggio alle ore 17:30 una "tavola rotonda" sul tema MaB (Riserve della Biosfera UNESCO): opportunità per sviluppare un'offerta di turismo sostenibile integrata tra costa e aree interne;




Il MaB nel Parco Tepilora

Il Parco di Tepilora è capofila della candidatura al programma MaB (Man and Biosphere) UNESCO del territorio ecologicamente, socialmente ed economicamente correlato al Rio Posada. Di questo prestigioso riconoscimento si fregiano oggi oltre 650 territori in tutti il mondo, dal Parco di Yellowstone alla Camargue e, in Italia, tra gli altri il Monviso, il Parco del Delta del Po, la Sila, l’Appennino Tosco Emiliano: tutti luoghi in cui l’equilibrio tra uomo e natura determina sia la tutela del territorio che lo sviluppo sostenibile delle comunità che vi risiedono.
L’intento è di non limitarsi a candidare il territorio già riconosciuto Parco Naturale Regionale di Tepilora, ma appunto di allargare l’area ai comuni limitrofi, nei quali sono, perlopiù, ritrovabili valori naturalistici simili a quelli tutelati nel Parco e dove risiedono le comunità che di tale riconoscimento potranno maggiormente beneficiare.


Programma Uomo e Biosfera (MaB)

Cos’è il MaB?
Il Programma “Uomo e Biosfera” – Man and the Biosphere Programme (MAB) – nasce nel 1971 nel corso della 16° Conferenza Generale UNESCO come programma intergovernativo volto a fornire basi scientifiche alle azioni di impulso all’uso sostenibile e razionale, oltre che alla conservazione, delle risorse della cosiddetta “biosfera”, incoraggiando, allo stesso tempo, formule equilibrate di gestione nel rapporto uomo/ambiente a livello globale. Tra le sue finalità rientrano, in particolare: la promozione della cooperazione scientifica, la ricerca interdisciplinare per la tutela delle risorse naturali, la gestione degli ecosistemi naturali e urbani, l’istituzione di parchi, riserve ed aree naturali protette.

A partire dalla Conferenza Internazionale su Ambiente e Sviluppo di Rio de Janeiro del 3-14 giugno del 1992 – e dalla conseguente adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica, della Convenzione sui Cambiamenti Climatici e della Dichiarazione di Rio – l’attenzione dell’UNESCO si è progressivamente focalizzata sull’individuazione di aree e pratiche tradizionali intese come driver per la salvaguardia e la valorizzazione degli ecosistemi, ponendo al centro della propria indagine modelli di gestione promossi a livello locale e l’attuazione di politiche di sviluppo sostenibile e di promozione delle tecniche tradizionali di produzione.

Obiettivi
Oggi il Programma MaB intende:
  • Individuare e valutare i cambiamenti nella biosfera determinati dalle azioni umane e dagli eventi naturali, e gli effetti degli stessi sull’uomo e l’ambiente, soprattutto nel contesto delle azioni di contrasto ai cambiamenti climatici;
  • Studiare e comparare i rapporti dinamici tra gli ecosistemi naturali ed i processi socio-economici, soprattutto con riferimento alla progressiva perdita della diversità biologica e culturale ed alle serie minacce per gli ecosistemi e per la loro capacità di fornire servizi essenziali per il benessere umano;
  • Assicurare sviluppo eco-compatibile ed un ambiente vivibile in un contesto globale caratterizzato da processi di rapida urbanizzazione e di eccessivo consumo energetico considerati come fattori scatenanti dei cambiamenti climatici;
  • Promuovere lo scambio e la divulgazione di conoscenze sui problemi ambientali e sulle eventuali soluzioni, nonché la formazione ambientale nel settore della gestione e dello sviluppo sostenibile.
Torna ai contenuti | Torna al menu