Murales di Orgosolo - Baronia Fotomania

Zona operativa principale: l'alta Baronia

Siniscola, Posada, Budoni

Contatti

baroniafotomania@gmail.com

+39 389 00 40 795

Vai ai contenuti

Menu principale:

Murales di Orgosolo

GALLERIE FOTO
Baronia fotomania, foto di Migu CarzeddaLa patria dei Murales nell'Isola
Articolo e foto di Michele (Migù) Carzedda

Orgosolo, in Provincia di Nuoro,  non è solo un semplice paese della Barbagia a ridosso del Gennargentu ma è definito come la patria dei murales in Italia.
La cittadina, a ridosso del Supramonte, ospita nelle strade oltre 200 dipinti murali che ogni anno attirano la curiosità degli artisti o semplici turisti di tutto il mondo. Gli archivi storici raccontano che il primo murales fu realizzato nel 1969 da un gruppo di anarchici milanesi che si firmarono “Dionisio”. La vera corsa ai murales, che ci porta ai giorni d’oggi, è iniziata nel 1975 grazie al professor Francesco Del Casino che insieme all’aiuto degli alunni della Scuola Media iniziò ad abbellire alcune pareti spoglie di Orgosolo. Erano gli anni della resistenza e delle crisi politiche, a questo fanno riferimento i primi dipinti. Nel tempo molti murales (anche anonimi) iniziarono a raffigurare non solo disagi socio-politici locali, nazionali ed internazionali ma anche scene di vita quotidiana: uomini a cavallo, donne con propri figli, pastori e contadini tra la fatica delle campagne. Uno dei murales più importanti è il volto di Gramsci definito “Indiano” che a bordo strada accoglie chiunque alle porte del paese. I murales, come le fotografie, sono frammenti di memoria che resistono nel tempo. Raccontano le rinunce, le resistenze, le grandi conquiste dell’uomo ed i sacrifici quotidiani. Ai giorni d’oggi i murales di Orgosolo sono ormai parte integrante dell’immagine del paese e grande orgoglio per gli orgolesi.

Foto e Articolo a cura di Michele (Migù) Carzedda, socio BFM
Clicca sull'immagine per ingrandirla,
utilizza poi i tasti destra/sinistra della tastiera per scorrere le immagini.
(37 FOTO)
Torna ai contenuti | Torna al menu