Sfilata carri de Sa Frasca e il fuoco di Sant Antonio 2015 a Siniscola - Baronia Fotomania

Zona operativa principale: l'alta Baronia

Siniscola, Posada, Budoni

Contatti

baroniafotomania@gmail.com

+39 389 00 40 795

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sfilata carri de Sa Frasca e il fuoco di Sant Antonio 2015 a Siniscola

GALLERIE FOTO
Gennaio 2015

Antichi rituali della storia contadina rivivono nella festa di Sant'Antonio Abate a Siniscola. La cittadina ancora conserva gelosamente numerosi aspetti della tradizione etnica. La domenica che precede la festa, sa die de su Ramasinu, i giovani siniscolesi portano i rami di rosmarino (o cisto) sa frasca, raccolti nelle campagne del circondario e nella piazza dell'omonimo santo, ne cingono un alto palo di legno. Mentre i carri trainati da buoi (a volte motorizzati) ornati di arance, fanno il loro ingresso nella piazza, i giovani vengono accolti con caffè, ma sopratutto vino... e il dolce tipico di questa ricorrenza: su pistiddu. Per entrare nel vivo della festa, bisogna però aspettare il 16 Gennaio quando, sulla sommità del palo, viene issata una croce d’arance, sulla quale vengono infilzati i maialetti. Dopo la benedizione del sacerdote, si accende il fuoco e i giovani iniziano a sfidare le fiamme per accaparrarsi i maialetti.
Tradizione vuole che gli abitanti del paese facciano il giro intorno al falò per tre volte esprimendo un desiderio e si portino a casa un pezzo di legno bruciato e benedetto, chiamato su chiccone, come segno della scomparsa di influenze negative sul raccolto. Conclude la giornata la sa favata, un banchetto a base di fave secche e carne di maiale offerto dal priorato. Nella stessa sera, nella vicina Santa Lucia, antico villaggio di pescatori, si usa offrire il pesce a coloro che festeggiano il santo.

Ringraziamo il comitato di quest'anno per il supporto e l'organizzazione puntuale. Le foto sono dedicate a loro, ai fedeli, alla popolazione tutta.

Torna ai contenuti | Torna al menu