Faro Punta Artora - BFM

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Faro Punta Artora

Uscite

Località Faro vecchio di Capo Comino "Punta Artora"
10 Giugno 2012

Il faro di Capo Comino
Situato sull'omonimo promontorio, è costituito da un edificio intonacato di bianco, di forma quadrangolare a tre piani. Costruito nel 1903 fu attivato dalla Regia Marina nel 1925.

...il faro potrà avere un futuro da polo ambientale
Siniscola, la giunta comunale sta lavorando al progetto che riguarda anche gran parte dei beni ex Etfas.

di Salvatore Martini
Il panorama è mozzafiato. Butti lo sguardo dal faro di Capo Comino, a Punta Artora, e gli occhi si spalancano su uno dei tratti costieri più belli del Mediterraneo, incastonato in un’oasi naturalistica che, non a caso, è stata decretata Sito di interesse comunitario. Per il vecchio faro, così, il futuro si concretizza sempre più in ambito ecologico. La struttura, restaurata di tutto punto negli ultimi anni, si prepara a diventare un polo ambientale d’eccellenza. Lo annuncia il sindaco Rocco Celentano, sottolineando, inoltre, come le strategie di valorizzazione dei beni del patrimonio immobiliare collettivo per finalità ecologiche, paesaggistiche e culturali non riguardino solo il faro, ma anche gran parte dei beni ex Etfas che, sempre nella zona di Capo Comino, il Comune ha appena ricevuto dall’agenzia Laore. Per la giunta cittadina, insomma, la strada è spianata: si punta a investire nell’ambiente per incentivare anche il settore del turismo e della cultura, con l’obiettivo di produrre ricadute economiche per tutto il territorio. Nel vecchio faro, così, verrà creata una sorta di piattaforma ambientale che faccia da raccordo tra le zone costiere del territorio, famose per la bellezza delle spiagge, con quelle più interne, ricche di siti archeologici, grotte, edifici storici, luoghi di culto e via dicendo. Coordinando itinerari turistici costieri e montani, in grado di richiamare visitatori e far girare l’economia.
L’assessorato all’ambiente, guidato da Danila Pusceddu, è inoltre al lavoro per realizzare a Punta Artora un polo di discussione e di studio del territorio, in collaborazione con università e associazioni italiane e internazionali, aprendo Siniscola ad un bacino di utenza particolarmente vasto. «In questo modo – commenta Rocco Celentano – si darà al nostro territorio un’impronta di qualità ambientale e culturale che ne fortifichi l’immagine e la tipicità. Questi aspetti sono una garanzia per la tenuta di un turismo che guardi ai pregi dell’area ambientalistica compresa tra Siniscola e le frazioni marine, aprendosi inoltre al “turismo ecologista”, che non conosce stagioni». Ecco perché, a seguito del voto unanime del consiglio comunale, anche l’acquisizione nel patrimonio civico degli ex beni Etfas assume un ruolo di primo piano per il futuro del distretto siniscolese. Gran parte di questi beni, infatti, verrà valorizzata per finalità turistiche. La ricca dotazione, del resto, comprende edifici dal grande potenziale, dislocati tra Capo Comino e Bèrchida, nonché numerosi terreni a San Giacomo, Murtas artas, Capo Comino, Bèrchida e La Caletta.
Nota del 28 dicembre 2012
[Fonte: La Nuova Sardegna]

Nr. identificativo

Posizione

Altitudine (s.l.m.)

Costruzione

Tipo segnale

Portata

1230

40° 31',7 Nord
09° 49',7 Est

26 m

1925 (il nuovo)

Ottica fissa

15 Miglia

foto di Migù Carzedda

foto di Sara Uchia Faedda

foto di SaMarosa

foto di GRIGIOSCURO

COORDINATE
GPS: 40.528121,9.823447

AUTORI FOTO
SaMarosa
Migù Carzedda
Sara Uchia Faedda
Ele
Lux
GRIGIOSCURO

 
baroniafotomania@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu